I quadranti del cashflow

Dove generi un reddito veloce

Ti sei mai chiesto da dove arrivano i tuoi soldi? E quanto veloci sono? Si un parametro importante è quanto tempo ci mettono per arrivare nella mia tasca. Lo so che stai pensando che sono più veloci ad uscire dalla tua tasca 🙂 Vediamo insieme di regolarne la velocità.

Siamo troppo abituati a farci dare il denaro da qualcuno o qualcosa, come se il nostro datore di lavoro fosse il nostro padrone, o magari aspettare che la carta di credito si riempa da sola ed il bancomat un pozzo senza fondo. Oggi vediamo come i quadranti non determinano l’esclusività di ricchezza o povertà in base alle loro caratteristiche.

Avevamo detto che I quadranti rappresentano vari modi di generare reddito, chi è Dipendente lo fa per una azienda, chi è Autonomo lo fa per la sua attività, chi è Titolare lo fa per una sua impresa che gli genera soldi, chi è Investitore li ottiene da suoi soldi che stanno lavorando per lui.

Ognuno di noi però ha diversi atteggiamenti, abilità tecniche, titoli di studio e caratteristiche personali. Possiamo infatti creare reddito da tutti i quadranti, sta a noi imparare come, ma sopratutto in quanta velocità gli vogliamo, sapete bene che il tempo è fondamentale e dopo morti non ci servono a molto. Mi raccomando non fate rapine in banca.

Facciamo un esempio : Un medico potrebbe lavorare da dipendente per un ospedale, aprire un suo studio, creare una azienda privata dove lui ci va saltuariamente o investire in ricerche o case farmaceutiche. La sua professione per lui è importante, ci ha speso anni di studio e ci crede. Ma la professione (mestiere) fa entrare il reddito solo dai quadranti di sinistra, ed è legata al tempo che il medico ha disponibile, invece i quadranti di destra lo generano da una azienda che lavora in autonomia o dal denaro che è stato investito per quel motivo.

Ci sono dei Ricchi o dei Poveri in ogni quadrante. Puoi essere in un quadrante o nell’altro e andare da un quadrante all’altro ma questo non ti garantisce il successo, ne diventare ricco o povero secondo il concetto di quanto denaro possiedi. Solo perché stai operando in un determinato quadrante non vuol dire che ne possiedi le abilità. Si può anche fallire in tutti i quadranti.

Questo medico avrebbe potuto diventare ricco senza fare il medico? Certamente si. Sarebbe diventato ricco facendo il dipendente per un ospedale? Forse si, ma avrebbe dovuto lavorare molte ore al giorno e per molti anni. Avere tanto denaro alla fine della propria vita, non è molto consolante, meglio goderseli da giovane. Tanto vale imparare le caratteristiche dei quadranti, iniziare con il proprio mestiere perché è una passione piacevole e poi pian piano spostarsi sui quadranti di destra dove si usano le leve finanziarie.

Quindi abbiamo capito che le caratteristiche di un quadrante non promettono la ricchezza, ma sarà soltanto la nostra capacità di usarle al meglio che determinerà il generare un redditto abbondante e veloce.

Inizia adesso con determinazione, se una azione è precisa e costante, la velocità non la guasta.

 

Lascia un commento